La dirigente Tosini governava lo stesso ufficio da 6 anni e 8 mesi, nonostante il Piano Nazionale Anticorruzione ne preveda al massimo 4

È davvero poco credibile che Flaminia Tosini fosse la mente criminale che da sola ha raggirato l’intero mondo istituzionale, nazionale e regionale. Flaminia Tosini è stata la responsabile dell’Ufficio Rifiuti del Lazio dal 24 luglio 2014 (assunta dalla prima Giunta Zingaretti, ai tempi dell’assessore Michele Civita) fino al giorno dell’arresto, il 16 marzo scorso. Venne assunta il 29 luglio 2014 (a tempo determinato, per soli 3 anni) dopo che i suoi due predecessori, Luca Fegatelli e Raniero De Filippis, erano stati arrestati nell’ambito del cosiddetto ‘processo Cerroni’, ossia legato al monopolista del settore rifiuti di Roma e dintorni, Manlio Cerroni (processo terminato con in parte assoluzioni e in parte prescrizioni). La prima Giunta Zingaretti che l’ha assunta, evidentemente, non ha ritenuto opportuno aumentare i controlli sui dirigenti che gestiscono un Ufficio ad altissimo rischio corruzione. Senza nemmeno attendere che trascorressero i primi tre anni, il 26 ottobre 2015 la Tosini è stata assunta a tempo pieno e indeterminato, spostata dalla Provincia di Viterbo in Regione, al servizio della prima Giunta Zingaretti, non però nell’ambito di un Piano più ampio di assunzione, ma ‘ad personam’. Il 7 agosto 2017 è stata nominata capo dell’Ufficio Rifiuti, almeno così risulta formalmente, anche se atti e documenti da lei scritti e sottoscritti già a partire dal 2014-15 dimostrano che era già da allora lei la leader unica e incontrastata dell’Ufficio rifiuti. In sostanza, la Tosini è stata a capo dell’Ufficio Rifiuti regionale per 6 anni ed 8 mesi. Eppure, il Piano redatto dalla Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) impone la rotazione dei dirigenti ogni massimo 4 anni. Come se non bastasse, dal 4 giugno 2018 fino al 16 marzo 2021 (seconda Giunta Zingaretti), la Tosini ha ricevuto l’onore di ulteriori 86 nomine ‘ad personam’ che l’hanno ‘incoronata’ padrona unica e incontrastata di tutti i progetti dei nuovi impianti a Rifiuti previsti nel Lazio in quello stesso arco temporale. In Regione qualcuno se n’è accorto?

Fonte: IlCaffè.TV

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *