APPROVATO IL MIO EMENDAMENTO PER LA MESSA IN SICUREZZA DEGLI IMMOBILI SCOLASTICI DELL’ISTITUTO PACIOLO DI BRACCIANO di € 350 mila euro

Il problema della sicurezza delle scuole è sempre stato messo al primo posto, all’attenzione dei decisori pubblici come una delle priorità d’azione del nostro territorio.
Al fine di garantire la messa in sicurezza degli edifici pubblici adibiti a uso scolastico, l’IIS Luca Paciolo di Bracciano, potrà avvalersi di finanziamenti e contributi grazie all’emendamento presentato dal delegato Tellaroli sulla variazione di bilancio della Città Metropolitana di Roma. Gli interventi di messa in sicurezza e risanamento igienico sanitario degli ambienti interni, saranno eseguiti presso l’immobile sito in via Mariano Ruggeri, per un totale di euro 240 mila e 110 mila presso l’immobile della Succursale sito in Via dei Lecci.
Investire nella scuola significa investire nel futuro della nostra comunità.
Un sentito ringraziamento a tutto il consiglio metropolitano e gli uffici dell’Ente, per aver reso possibile il raggiungimento di questo bel traguardo e avermi consentito ancora una una volta di prestare attenzione al mio territorio.


Consigliere delegato alla Tutela del Territorio della Città Metropolitana di Roma Marco Tellaroli

Ora Marco Vannini potrà riposare in pace –

La sentenza, accolta da un lungo applauso, arriva, dopo quasi quattro ore di camera di consiglio. Ho visto le lacrime agli occhi di Marina Conte, la mamma di Marco Vannini, dopo che la corte di Cassazione ha confermato 14 anni di carcere per Antonio Ciontoli e 9 anni e 4 mesi per la moglie Maria Pezzillo, la figlia (e fidanzata di Marco Vannini) Martina e i figlio Federico.
Dopo anni di battaglia dei suoi genitori e diversi gradi di giudizio, è finalmente stata fatta giustizia, quel dolore resterà per sempre e la nostra vicinanza alla famiglia di Marco che in questi anni, con una dignità straordinaria hanno atteso con rispetto tutto l’iter giudiziario.
Riposa in pace Marco, ciao piccolo angelo ti vogliamo bene. ❤

marcovannini

SASSO-MANZIANA, SONO PARTITI I LAVORI DI CONSOLIDAMENTO E RIASFALTATURA

Come comunicato nell’autunno del 2020, in questi giorni grazie a un finanziamento di un milione e 500 mila euro elargito da Città Metropolitana di Roma Capitale. Sono partiti i lavori di consolidamento e riasfaltatura della strada Sasso Manziana SP2C dal km. 6 fino al km. 10.500 circa. Si tratta di lavori importanti realizzati dalla Città Metropolitana di Roma Capitale attraverso un finanziamento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che danno seguito anche al lungo lavoro svolto da tutto l’Ente metropolitano.

Consigliere delegato alla Tutela del Territorio Marco Tellaroli

Consigliere delegato alla Viabilità Carlo Caldironi

#stradenuove #cittàmetro #StradeProvinciali

Bracciano, Tellaroli e Persiano replicano a Tondinelli su: Concorsopoli

Disinformati noi? Distratto Ella… (replica ironica)

Gentile Signor Sindaco,
abbiamo letto il Suo comunicato e, onestamente, a nostro modesto parere Ella ha perso ancora una volta l’occasione per tacere, o ancora meglio di assumersi le Sue responsabilità e scusarsi Lei con i suoi cittadini.
La persona assunta dal Comune da Lei amministrato (le elezioni sono prossime…) non è stata palesata per nome e cognome, ma solo con le iniziali, in quanto c’è una specifica normativa europea in materia di protezione dei dati che deve essere rispettata: il GDPR 2016/679.
La nostra interrogazione (i cui contenuti circolavano da alcuni giorni negli ambienti dell’opposizione) è stata da Lei anticipata per solo poche ore dal Suo atto di revoca del dott. Mori. Sfortunatamente il tempismo in questa occasione non è stato il nostro forte, ma è stato il Suo di sicuro: complimenti.
Ella sostiene di aver attinto, in tempi non sospetti, all’unica graduatoria aperta nei dintorni ed ha avuto la fortuna di pensarla come diversi altri Comuni che hanno attinto a quel “pacchetto” di candidati. Ancora una volta la Sua tempestività e prontezza l’hanno premiata.
Sempre per rimanere in tema di prontezza e tempestività (che si dimostrano essere proprio il Suo forte, glielo riconosciamo): con la deliberazione di Giunta Comunale n.16 del 2 febbraio 2021, che a sua volta ha modificata la precedente deliberazione n.62/2020, la Sua Giunta ha tramutato il posto di Istruttore Tecnico (stabilito nel piano occupazionale 2020) in un posto di Istruttore Amministrativo, di medesima categoria C, ugualmente a tempo pieno ed indeterminato.
Da Amministratore di comunità, Ella conoscerà immagino il TUEL 267/2000 (Testo Unico Enti Locali): ecco, Le consigliamo di prendere visione e contezza dell’art. 91, che sostanzialmente recita quanto segue: per poter usare la graduatoria (di un altro ente locale) essa deve essere in corso di validità ma non può essere utilizzata per posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione del bando di concorso. Come inoltre è stato precisato dal Dipartimento della Funzione Pubblica con nota n.6351 del 13 marzo 2004, la medesima deve riguardare concorsi banditi per la copertura di posti inerenti allo stesso profilo e categoria professionale del posto che si intende ricoprire.
Detto accordo, che preferibilmente dovrebbe avvenire prima della formale approvazione della graduatoria, ha lo scopo anche di evitare che la procedura stessa possa costituire una modalità di elusione delle norme che vietano la possibilità di effettuare richieste nominative di candidati inseriti nelle predette graduatorie.
Quindi Lei con la Sua “intuizione” ha trasformato il posto programmato nel piano assunzionale 2020 in quello compatibile con la graduatoria del Comune di Allumiere (pochi giorni prima dell’assunzione della persona in parola).
A proposito di figure imbarazzanti Signor Sindaco, riteniamo che Lei debba dare le giuste motivazioni a tutti i cittadini, per rispetto e trasparenza.
La ringraziamo.

Il Consigliere Metropolitano di Roma Marco Tellaroli 

Il Consigliere comunale Alessandro Persiano


Area degli allegati

E’ stata approvata la proposta di delibera sui Contratti di Fiume, di Lago, di Costa e di Foce

E’ stata approvata la proposta di delibera a mia prima firma e del consigliere Colizza, con oggetto “Approvazione dell’atto di indirizzo sui Contratti di Fiume, di Lago, di Costa e di Foce di cui alla l.r. 17/2016 e i Contratti di Falda e Area Marina Protetta, per i bacini idrici, idrografici e/o lacuali ricadenti nella competenza della Città metropolitana di Roma Capitale.” Finalmente i contenuti della Carta Nazionale dei Contratti di Falda e Area Marina Protetta, per i bacini idrici, idrografici e/o lacuali quale documento di indirizzo a cui devono ispirarsi tutte le attività amministrative in materia di tutela e valorizzazione delle risorse idriche di competenza della Città metropolitana di Roma Capitale e, coinvolgendo il più ampio numero di soggetti interessati tra istituzioni e cittadini nella gestione e valorizzazione delle risorse idriche.

Ringrazio i comitati ambientalisti, che sono stati i promotori del presente manifesto e che intendono evidenziare le motivazioni dell’approccio al Contratto, favorendo il dibattito pubblico ed il coinvolgimento di una pluralità di soggetti pubblici e privati, con la finalità di attivare strategie e politiche condivise di miglioramento della qualità ecologica lacuale e marittima per la prevenzione del rischio attraverso la pianificazione e programmazione strategica integrata. Così anche un lago, come un fiume, può diventare luogo dove aggregare funzioni e sviluppare potenzialità oltre che accrescere la sua naturale capacità di rendere più resilienti i territori dagli effetti dei cambiamenti climatici; un sito forziere di biodiversità e di paesaggi di grande bellezza; luogo di riserva di acqua dolce; spazio di ricreazione e tempo libero nell’ottica di uno sviluppo sostenibile.

Un’idea di sviluppo che parta dall’individuazione di valori condivisi in un approccio fisiografico, che non può considerare il lago come un catino chiuso ed isolato, ma in connessione (tramite la falda sotterranea) con il territorio in cui si trova inserito.

Oggi, chi vorrà sfruttare le nostre acque, avrà un nuovo interlocutore: il Cittadino.

Il Consigliere delegato alla Tutela del Territorio

Marco Tellaroli

Carlo Colizza

#cittametropolitana #ambiente #territorio #risorseidriche