Concorsopoli Bracciano, parte II°

In attesa che la magistratura faccia il suo corso e che l’ufficio legale della Regione Lazio ha sospeso, in via cautelare, tutte le assunzioni del personale proveniente dalla lista dei miracoli del concorso di Allumiere.

Il sindaco di Bracciano deve pensare a rispondere all’interrogazione urgente a risposta scritta, che si basa in gran parte sulle attività svolte da Andrea Mori e ulteriori approfondimenti su come è stato nominato. Visto che è stato incaricato da Lui, presso il nostro Ente, dal 1’gennaio 2017 al 31 dicembre 2019, fu poi prorogato fino al 2 aprile 2020, in quanto l’Amministrazione riaprì i termini per “motivi di opportunità” riconducibili per “esiguità delle candidature pervenute” le 2 candidature di domanda valida, pervenute nell’avviso pubblico, sono state relazionate nell’istruttoria del 2° avviso. Quella proroga del MORI fu messa a carico del Comune e quantificata ben € 1.145,93. Nell’avviso pubblico, non erano previste griglie di pesatura o attribuzione di punteggi da assegnare ai relativi titoli, né tantomeno la formazione di una graduatoria di merito per il conferimento dell’incarico. Infatti, nella relazione-istruttoria espletata in data 14 febbraio 2020, c’è scritto: ” […] che, in linea di massima, tutti gli aspiranti sono in possesso dei requisiti minimi essenziali per ottenere l’affidamento del suindicato incarico”, lasciando così intendere che non sarebbe stata operata una selezione, come annunciato nel bando. Infatti, il Mori fu nuovamente nominato fino al 02 aprile 2023 🤷‍♂️

La neo assunta a Bracciano, non è conosciuta, ma confermo come dagli atti che pubblico, che il Comune aveva attinto alla graduatoria, proveniente dalla lista dei miracoli del concorso di Allumiere, collocandosi al 34° posto, includendosi comunque in pari merito al 20° posto.

Sindaco! La “doppia morale” nobilitata a linea politica. Sul fatto che Fratelli D’Italia è estranea da #Concorsopoli, Le rispondo conosce mica: Marianna Galletti, assessora in quota Fdl del Comune di Civitavecchia? Perchè, risulta tra gli assunti a Guidonia insieme al marito.

Insomma, siete un esempio di coerenza.

P.S. chi ha sbagliato pagherà, non ci sarò di certo io a difendere alcuno.

Concorsopoli, anche Fratelli d’Italia, aveva attinto alla graduatoria:

La graduatoria del Comune di Allumiere continua a fare miracoli. Dopo i vari Comuni e la stessa Regione Lazio, anche il Comune di Bracciano, governato da una giunta a maggioranza di Fratelli d’Italia e Lega aveva attinto alla graduatoria, assumendo con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato il 17 febbraio 2021.

Ma le particolarità non si fermano qui. Il Presidente della Commissione che ha partorito la graduatoria responsabile del personale di Allumiere Andrea Mori ha anche un incarico presso il Comune di Bracciano.

Andrea Mori, è stato nominato dal sindaco di Fratelli d’Italia Tondinelli, come Organismo Indipendente di Valutazione (OIV) del Comune di Bracciano con il ruolo di monitorare il funzionamento complessivo del sistema della valutazione, della trasparenza e integrità dei controlli interni che elabora una relazione annuale sullo stato dello stesso, anche formulando proposte e raccomandazioni ai vertici amministrativi.

Se tali raccomandazioni, sono come quelle della prova preselettiva del concorso più chiacchierato dell’anno, che ha dato il posto fisso a tempo indeterminato principalmente a una sfilza di politici e portaborse assunti tra il Consiglio regionale del Lazio e una miriade di Comuni della provincia di Roma tra cui Bracciano, il sindaco di Bracciano può ritenersi fortunato.

Secondo quanto riportato dai media e alla luce delle nuove vicende sul fenomeno “concorsopoli”, oltre alla politica, sottoposta al vaglio degli inquirenti, ci sono anche i tre commissari d’esame, tra cui la posizione del dott. Andrea MORI.

Fratelli d’Italia che voleva mostrarsi come paladina della legalità, per garantire la massima trasparenza sulle procedure condotte per l’utilizzo della graduatoria del concorso del Comune di Allumiere ai fini delle assunzioni in Consiglio Regionale, non fa una bella figura e non può di certo ritenersi estranea dai fatti.

I Consiglieri comunali di minoranza di Bracciano, Tellaroli e Persiano, hanno presentato un’interrogazione urgente, portando alla luce le dinamiche della nomina di Andrea Mori e il coinvolgimento del partito della Meloni sul fenomeno “concorsopoli”, presso il lago di Bracciano.